Parrocchia di San Jacopo (San Jacopino) in Polverosa - Diocesi di Firenze

Per visualizzare le foto di questa pagina come una gallery, clicca sulla prima per ingrandirla e quindi scorri le foto cliccando sulle freccine!

Una scuola di ricamo in parrocchia

Una scuola di ricamo in parrocchia

Inaugurata nell'ottobre del 2004, la scuola è aperta ogni mercoledì pomeriggio non festivo, dalle 15:30 alle 18:30, in un locale dell'Opera Mons. Santoni dal mese di ottobre fino a metà giugno. Quando fu proposta non sapevamo se le parrocchiane l’avrebbero considerata un’idea arcaica, una roba di altri tempi; invece... al dodicesimo anno di attività il numero delle allieve si è triplicato: dalle dieci iniziali alle trenta attuali e nel 2009, alle due maestre se n'è aggiunta un'altra.

Per qualunque tipo di informazione potete contattare Grazia Torrisi: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure cell. 333 2999409.

Maestre ed allieve vi aspettano!

Finalità della scuola

Al di là dell’ovvia finalità di contribuire economicamente ai bisogni della Parrocchia, o di aiutare il raggiungimento di uno specifico progetto, c'è un senso cristiano nel nostro stare insieme. Il ricamo non è un’arte minore; è, piuttosto, un’arte quotidiana. Insegna la pazienza, aiuta la meditazione, allevia le tensioni, sviluppa la creatività. E a Don Fulvio, che ogni tanto scherzosamente ci chiede se a scuola “si taglia e si cuce” rispondiamo “no!” Noi tessiamo...amicizie in un'atmosfera molto serena.

Le maestre

Grazia e Monika

Grazia e Monika

Monika Tigges “la tecnica”: una “ragazza” che diversi anni fa è venuta dalla Germania per motivi di studio e che in Italia è rimasta per amore, ha creato una famiglia e si è appassionata alle nostre più genuine tradizioni; una vera toscana in salsa tedesca. È lei la tecnica del gruppo, l'esperta di stoffe e fili, l'appassionata di ricami a fili contati. Volete fare un lavoro difficile, creare un capolavoro e non vi sentite all'altezza? Affidatevi a Monika e nulla, o quasi, sarà più impossibile!

Grazia Torrisi “l'organizzatrice”: anima della scuola, frequenta la parrocchia dal 1952, da quando l'Opera Mons.Santoni ancora non c’era. Ha imparato i primi punti di ricamo dalle Suore Canossiane di Via Pierluigi da Palestrina. Tiene una rubrica mensile su una rivista specializzata nazionale. Ama i colori, le sfumature, i disegni anche molto moderni. Dotata di una pazienza pressoché infinita e di una precisione da vera contabile, insegna alle principianti e non e organizza la scuola con polso fermo.

Patrizia

Patrizia

Patrizia Landi “la creativa”: brava, sempre sorridente, ricca di fantasia e creatività è una “fucina” di idee originali realizzate in varie tecniche, non solo ricamo. Arruolata nel team nel 2009, è a lei che dovete affidarvi se volete risolvere un problema di arredo, se avete bisogno di un'idea geniale, se volete mescolare tecniche diverse con ottimi risultati, se volete lavori non monotoni.

Le alunne

La classe è composita: donne con molto tempo a disposizione, nonne – quanti nipotini sono nati negli ultimi anni!- molto indaffarate nel loro ruolo, mamme con figli ormai grandicelli o ancora piccoli, sempre di corsa e che rubano il tempo per ricamare al sonno. Questo gruppo apparentemente eterogeneo è, in realtà, molto affiatato: una vera classe di scuola allegra e indisciplinata fino a che Monika non richiama tutte all’ordine!

Lo spirito di gruppo e la sua armonia sono testimoniati anche da alcune belle novità: due alunne si sono trasformate in maestre, avviando le compagne interessate a due tecniche che non facevano parte degli insegnamenti della scuola ed abbattendo così la già fragile barriera che divideva allieve da maestre.

Senza volerci immodestamente paragonare alla scuola di Barbiana è questo lo spirito al quale ci ispiriamo, mettendo capacità e fantasia a disposizione della comunità e, al di là dei ruoli, insegnando tutte ciò che sappiamo e imparando tutte qualcosa di nuovo ogni volta.

I lavori

La parola d'ordine sin dal primo momento è stata: niente campioncini o lavoretti tutti uguali! Siamo donne e il nostro tempo è prezioso. Le alunne sono libere di scegliere cosa fare e vengono aiutate individualmente a realizzarlo. Dalle nostre mani sono usciti asciugamani, tende, copriletti, ventole per abat-jour, lenzuolini e copertine da neonato, centrini, strisce e tovaglie, cuscini, ecc...
Ogni anno, nel mese di Aprile, in un'esposizione allestita nei locali della Parrocchia, questi lavori fanno bella mostra di sé per qualche giorno; e ogni anno, attirata dai risultati, qualche nuova allieva si aggiunge poi alla classe. In quest’occasione un angolo è dedicato ai lavori che alunne volenterose e maestre realizzano per la vendita, il cui ricavato è poi devoluto alla Parrocchia.

Fotografiamo anche i nostri lavori ed ogni anno stampiamo un calendario che ci accompagna durante l'anno successivo e tutti quanti formano una bella testimonianza delle ore trascorse insieme.

I risultati

La scuola è ormai conosciuta anche a livello nazionale; abbiamo pubblicato già tre volte i nostri lavori sulla rivista specializzata Ricamo Italiano:

  • “Dettagli variopinti” del marzo 2008
  • “Rose a fili contati del maggio 2008
  • “Ode al colore” del marzo 2009

Per due anni, nel maggio 2008 e nel maggio 2009, abbiamo organizzato – su richiesta della Prof.ssa Tamara Boccherini, storica dell'Arte – due laboratori per gli alunni del Corso “Progettazione della Moda” della Facoltà di Architettura dell’Università degli studi di Firenze. Gli allievi, una volta laureati diventano stilisti, disegnatori di tessuti o costumisti e scenografi presso enti teatrali. La docente ha inteso far misurare i ragazzi con la manualità, consentendo loro di capire quanto lavoro c'è fra i loro disegni e i manufatti realizzati.

Nel marzo 2010 abbiamo contribuito al dono che la parrocchia ha voluto fare a Don Marco Paglicci (il nostro "vecchio" cappellano), in occasione della sua ordinazione, con una stola e un completo da Messa.

Nell'aprile 2010 Manuela Lo Savio ha ricamato il velo di Nostra Signora della Rosa, una Madonna posta sopra l'altar maggiore dell'omonimo Santuario a Santa Margherita Ligure, alla quale sono attribuiti poteri miracolosi nella guarigione dei bambini. Manuela ha lavorato sopra un velo di pura seta e oro tessuto dalla prestigiosa Fondazione Lisio, antica tessitura a mano di seta e metalli preziosi. Vedi il paragrafo Rose ricamate per la Madonna nella photogallery.

Il nostro sogno

Ne abbiamo diversi e ve ne faremo partecipi man mano che decideremo di concretizzarli.
Ma due vorremmo proprio vederli realizzati a breve, fin dal prossimo anno scolastico:

  • coinvolgere nella nostra attività anche donne molto giovani e studentesse;
  • creare corsi o laboratori per bambine e ragazzine dove insegnare a realizzare, in un tempo relativamente breve e mescolando varie tecniche, graziosi oggetti (cuscini, borse, portacellulari), jeans e magliette personalizzate.

Proporre una scuola da frequentare tutto l'anno ci sembra prematuro ma se un docente o un catechista fosse interessato ad un laboratorio non esiti a contattarci.

Photogallery dei nostri lavori

Dalla mostra del 2008

Ricami dalla mostra del 2008
Ricami dalla mostra del 2008
Ricami dalla mostra del 2008
Ricami dalla mostra del 2008
Ricami dalla mostra del 2008
Ricami dalla mostra del 2008
Ricami dalla mostra del 2008
Ricami dalla mostra del 2008
Ricami dalla mostra del 2008
Ricami dalla mostra del 2008
Ricami dalla mostra del 2008
Ricami dalla mostra del 2008
Ricami dalla mostra del 2008
Ricami dalla mostra del 2008
Ricami dalla mostra del 2008

Rose ricamate per la Madonna

La statua di una Madonna seduta, con l'espressione severa, è venerata nel Santuario di Nostra Signora della Rosa di Santa Margherita Ligure. Ritenuta fin dalla prima metà del '500 miracolosa per la guarigione delle malattie dei bambini, a Lei è dedicata una festa che si svolge nella Va domenica dopo Pasqua, durante la quale viene portata in processione. Tuttavia è dalla fine del '700 che la statua originale viene lasciata nella sua nicchia.
Sfila nelle vie del paese una Madonna dal volto di bambina con preziosi vesti ricamate a suo tempo da famose ricamatrici genovesi. Ma, nonostante l'amorevole dedizione delle due “Priore”, signore che hanno l'incarico di occuparsi dell'antico rituale della vestizione e della svestizione della statua, anche queste vesti oggi debbono essere dismesse e preservate per fermarne l'inevitabile degrado derivante dall'uso e dall'esposizione all'aria aperta.

La prestigiosa Fondazione Lisio di Firenze ha tessuto a mano sui suoi antichi telai i nuovi abiti della Vergine e del Bambino in velluto riccio con un disegno di rose, per loro espressamente progettato, con il fondo in pura seta e il pelo in oro.

Nell'intento di offrire al committente un manufatto più prezioso, è stato modificato il disegno originale dei rosoni grandi non tessendone l'interno con l'oro e lasciando così spazio per un ricamo di rose che la Fondazione ha scelto di affidare a mani esclusivamente fiorentine. Si è rivolta alla Scuola di S.Jacopino di Firenze e Manuela Lo Savio ha accettato con orgoglio ed un pizzico di emozione di dipingere con l'ago le sue sfumature su un tessuto che non capita tutti i giorni di avere a disposizione.

La Madonna della rosa sotto il baldacchino con il manto nuovo

La Madonna della rosa sotto il baldacchino con il manto nuovo

Particolari delle rose ricamate

Particolari delle rose ricamate

Un momento della vestizione

Un momento della vestizione

Florence Creativity 2013

Florence Creativity 2013
Florence Creativity 2013
Florence Creativity 2013
Florence Creativity 2013
Florence Creativity 2013

Florence Creativity 2014

Florence Creativity 2014
Florence Creativity 2014
Florence Creativity 2014
Florence Creativity 2014
Florence Creativity 2014
Florence Creativity 2014
Florence Creativity 2014
Florence Creativity 2014
Florence Creativity 2014
Florence Creativity 2014
Florence Creativity 2014
Florence Creativity 2014

Corsi 2015-2016

Il testo originale (l'ultima modifica è del 31/12/2014!) si riferisce al corso 2014-2015: VERIFICARE LA CORRETTEZZA DELLE INFORMAZIONI!!

Sono ricominciati i corsi per l'anno 2015-2016. I corsi di 10 lezioni ciascuno saranno suddivisi in:

  1. autunnale tutti i mercoledì feriali dal 1 Ottobre fino a dicembre
  2. primaverile tutti i mercoledì feriali fino a maggio 2015

dalle ore 15:30 alle 18:00, presso l’Opera Mons. Santoni, Via Benedetto Marcello, 30 – Firenze.

Per le iscrizioni e per qualsiasi altra informazione rivolgersi a Grazia Torrisi: tel. 055 355873, cell 333 2999409, e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Vi aspettiamo per allargare la cerchia delle nostre amiche!

San Jacopino

Parrocchia di San Jacopo in Polverosa
(San Jacopino)

Vicariato di Porta al Prato
Diocesi di Firenze

Via Benedetto Marcello 24
50144 Firenze
tel. 055 354600
e-mail: parrocchia@sanjacopino.it

Area riservata

Questo sito e gli strumenti di terze parti da esso utilizzati si avvalgono di cookies. Continuando a navigare accetti il loro uso.